BoE alleggerisce requisiti patrimoniali crisi per piccole banche

·2 minuto per la lettura
La sede della Bank of England nella City di Londra

LONDRA (Reuters) - Le banche più piccole in Gran Bretagna avranno più tempo per raggiungere i propri target di emissione del debito, in modo da rinforzare le proprie difese in caso di crisi.

Lo ha detto oggi la Bank of England, nel tentativo di rinforzare la competitività in un settore bancario a lungo dominato da un piccolo nucleo di istituti.

Alle banche è richiesta l'emissione dei cosiddetti Mrel (minimum requirement for own funds and liabilities), una forma di debito che può essere utilizzato per assorbire le perdite ed evitare di ripetere i salvataggi da 137 miliardi di sterline avvenuti oltre dieci anni fa, nel mezzo della crisi finanziaria.

I target erano stati fissati secondo le regole dell'Unione europea, e possono ora essere cambiati, dopo l'uscita della Gran Bretagna dal blocco lo scorso dicembre.

"Rendere più facile per le società la crescita all'interno del Mrel risponde direttamente alle preoccupazioni riguardo le barriere alla crescita create dal rafforzamento dei requisiti Mrel mentre le società rafforzano i propri bilanci", ha detto in un comunicato il vicegovernatore di Bank of England, Dave Ramsden.

La banca centrale ha autorizzato 27 nuove banche dal 2013, ma Lloyds, Barclays, HSBC e NatWest continuano a dominare il mercato dei prestiti, e le cosidette banche "challenger" hanno detto che delle soglie troppo rigide per l'emissione di Mrel sono tra i fattori che limitano la loro capacità di crearsi una quota di mercato.

BoE ha proposto di sostituire la soglia indicativa di 15-25 miliardi di sterline con un periodo di preavviso che segna il momento in cui un istituto di credito entra in una fase di transizione per i propri target Mrel, se supera i 15 miliardi di sterline in asset totali.

"Le proposte per un percorso di transizione sono proporzionate nell'esecuzione e rispondono direttamente ai commenti degli interessati riguardo la possibilità di una 'scalata più facile'", secondo Ramsden.

"Tali proposte sono intrinsecamente agili e flessibili, poiché permettono un'ulteriore estensione se questa si rendesse necessaria a causa di circostanze impreviste. E rafforzano la trasparenza del sistema, chiarendo in quale momento i requisiti Mrel comincino ad applicarsi alle singole società".

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli