Boldrini: facciamo le primarie tra i progressisti e poi al voto -2

Plg

Roma, 13 ago. (askanews) - Innanzitutto, continua Boldrini, "Una lista unitaria di tutte le forze democratiche e progressiste perché non è questo il momento di andare alla spicciolata. L'avevo detto per le europee, ma non è stato possibile. Una lista che vada oltre il Pd, aperta, composta da tutte le realtà del mondo progressista. Da Calenda alla sinistra, per intenderci". "Suggerisco l'unità e le primarie di lista tra tutte le forze democratiche e progressiste che vogliono unirsi in questo momento estremamente difficile per il nostro Paese. Le primarie servono ad aprire un confronto sui temi che riguardano la vita delle persone e a uscire dal dialogo tra i soli dirigenti di partito. Al centro delle primarie vedo temi come lavoro, scuola, sanità, ambiente, innovazione e lotta alle disuguaglianze".