Bolivia, almeno 10 morti nelle proteste seguite alle elezioni

Sim

Roma, 14 nov. (askanews) - Sono almeno 10 le persone rimaste uccise nelle violenze scoppiate in Bolivia dopo le elezioni del 20 ottobre scorso, tra cui otto per ferite da arma da fuoco. Lo ha riferito il direttore dell'Istituto di medicina legale della Bolivia (Idif), Andres Flores, citato dal quotidiano boliviano El Deber.

"L'Idif ha esaminato 10 corpi in tutto il Paese - ha precisato - quattro sono di Santa Cruz, tre di Cochabamba, due di La Paz e uno di Potosí. Complessivamente, otto hanno perso la vita per ferite da arma da fuoco".