Bolivia, Amnesty: abrogare norma sull'impunità alle forze armate -3-

Dmo/Red

Roma, 19 nov. (askanews) - L'organizzazione per i diritti umani ricorda che i membri delle forze armate non solo devono rendere conto delle loro azioni od omissioni a titolo individuale, ma che allo stesso modo sono responsabili, anche sul piano penale, i superiori che diano ordini illegali, supervisionino o controllino l'esecuzione di detti ordini o possano essere responsabili della pianificazione e della preparazione di operazioni illegali.

L'attuale crisi sociale, politica e dei diritti umani della Bolivia corre il rischio di aggravarsi se le autorità continueranno a rispondere con la violenza alle critiche, alle proteste e al lavoro dei mezzi d'informazione.

"L'altissima tensione sociale non può essere una scusa perché le forze armate agiscano in modo contrario agli standard internazionali sui diritti umani o per fomentare un'ondata di odio e discriminazione razziale che è già emersa con forza negli ultimi giorni. Jeanine Añez, che si è proclamata presidente a interim, ha l'obbligo di fermare immediatamente le violazioni dei diritti umani e di rendere conto di fronte ai meccanismi nazionali e internazionali sui diritti umani", ha commentato Guevara-Rosas. (Segue)