Bolivia, ancora proteste post-voto: bruciati fantocci di Morales

Roma, 25 ott. (askanews) - Continuano le proteste a La Paz e in altre città della Bolivia, contro la rielezione di Evo Morales. Manifestanti sono scesi in piazza anche a Cochabamba per contestare il suo quarto mandato e hanno bruciato fantocci con scritto il suo nome, "Evo".

Il tribunale elettorale, infatti, ha completato il conteggio dei voti e confermato il risultato che vede Morales vincitore senza ballottaggio con il suo principale sfidante Carlos Mesa, nonostante le polemiche sul conteggio dei voti a causa di un'interruzione di 24 ore nello spoglio al termine del quale i risultati sono apparsi molto lontani da quanto previsto alla vigilia, con conseguenti accuse di "brogli" dell'opposizione.

L'Unione Europea, oltre all'Organizzazione degli Stati Americani ha anche invitato il governo boliviano a organizzare comunque un ballottaggio per "ristabilire la fiducia" degli elettori ma al momento l'appello è rimasto inascoltato.