Bolivia, Morales chiede asilo in Messico: "Tornerò più forte"

Città del Messico, 12 nov. (askanews) - L'ormai ex presidente della Bolivia, Evo Morales, è in Messico, che gli ha offerto asilo politico. Il governo del Paese centro americano ha affermato che la decisione è stata presa per "motivi umanitari" dopo una richiesta dello stesso Morales.

"Fratelli e sorelle, parto per il Messico", ha twittato Morales all'indomani delle sue dimissioni. "Mi fa male lasciare il Paese per motivi politici, ma sarò sempre attento. Tornerò presto con più forza ed energia", ha aggiunto.

Contemporaneamente l'esercito boliviano ha annunciato di voler offrire aiuto alle forze di polizia per ripristinare l'ordine. Morales ha lasciato la sua carica domenica, dopo che il capo delle forze armate boliviane Williams Kaliman lo aveva invitato a farsi da parte, per mettere fine alle proteste scoppiate in seguito alla sua rielezione in una tornata elettorale macchiata dal sospetto di brogli.

La seconda vice presidente del Senato boliviano, la oppositrice Jeanine Anez, chiamata ai sensi della Costituzione a succedere alla carica di capo dello Stato a Evo Morales dopo le sue dimissioni, ha annunciato la prossima convocazione di elezioni presidenziali affinché "il 22 gennaio avremo un presidente eletto".