Bolivia, nuovi scontri vicino La Paz: almeno 3 morti e 30 feriti -2-

Coa

Roma, 20 nov. (askanews) - Poco prima, la polizia e l'esercito erano intervenuti per sbloccare l'accesso alla raffineria occupata da manifestanti da poco meno di una settimana, causando una grave carenza di carburante a La Paz. I manifestanti intendevano esprimere il loro rifiuto di Jeanine Añez, la presidente ad interim della Bolivia che ha preso le redini del Paese andino 48 ore dopo le dimissioni di Evo Morales, il 10 novembre.

"Tre persone sono state uccise, due delle quali a colpi d'arma da fuoco", ha detto all'Afp un portavoce del Defender of the People, un ente pubblico incaricato di proteggere i diritti e le libertà dei boliviani. Tra loro figura anche il 31enne Dayvi Posto Cusi. "Chiediamo alle autorità di aprire un'indagine", ha aggiunto la stessa fonte.(Segue)