Bolivia, senatrice Anez si autoproclama presidente ad interim

Roma, 13 nov. (askanews) - "Come presidente del Senato, assumo immediatamente la presidenza dello Stato prevista dalla Costituzione e mi impegno a prendere tutte le misure necessarie per pacificare il Paese".

La senatrice boliviana dell'opposizione Jeanine Anez si è autoproclamata presidente ad interim del Paese sudamericano in seguito alle dimissioni di Evo Morales. La dichiarazione di nez è giunta nonostante i deputati del partito di Morales "Movimento al socialismo" abbiano boicottato le sedute di Camera e Senato in cui è stata votata, il che significa che non è stato raggiunto il numero legale per la sua nomina.

Ma Anez, che è vicepresidente del Senato, ha affermato di essere in linea con la costituzione e ha promesso di indire presto le elezioni. Dal suo esilio in Messico, il presidente Morales ha definito Anez una "senatrice di destra golpista" e la sua nomina "una autoproclamazione" che costituisce "il golpe più subdolo e nefasto della storia".