##Bolivia, sospetto brogli allo spoglio: Morales vicino a rielezione -4-

Coa

Roma, 22 ott. (askanews) - In serata, Carlos Mesa ha denunciato una "frode" e ha annunciato di non riconoscere gli ultimi risultati provvisori. "Non riconosceremo questi risultati, che fanno parte di una vergognosa frode che sta mettendo la società boliviana in una situazione di inutili tensioni", ha detto ai media a Santa Cruz.

Morales, ex capo del sindacato del coltivatori di coca, è al potere da quasi 14 anni, dopo aver vinto con il 54% dei voti le elezioni del 2005 e aver registrato successi anche maggiori nelle due successive tornate elettorali. Il capo dello Stato, candidato del suo partito Movimento per il socialismo (Mas), è in corsa per un quarto mandato, che lo porterebbe a restare al potere fino al 2025. I suoi detrattori dicono che ha ignorato l'esito del referendum che limita a due i mandati presidenziali.

Il principale rivale di Morales è Carlos Mesa, leader dell'alleanza politica Comunidad Ciudadana, ex giornalista e patito di cinema: è stato presidente per 19 mesi dal 2003 al 2005 a seguito delle dimissioni del precedente capo dello Stato. Mesa aveva definito l'interruzione della comunicazione dei risultati un incidente "estremamente grave", promettendo su Twitter che lui e la sua alleanza non permetteranno "la manipolazione di un risultato che ovviamente conferma il ballottaggio".