Bollette, da venerdì gli aumenti: quanto pagheremo di più

·2 minuto per la lettura

Scatteranno venerdì 1 ottobre gli aumenti previsti per luce e gas per i quali, in bolletta, i rincari ammonteranno rispettivamente al 29,8% e al 14,4%. Ma senza l'intervento del governo da circa 3 miliardi di euro per il mercato tutelato, avremmo dovuto pagare ancora di più: oltre il 45% per l'elettricità e oltre il 30% per il gas. 

Ma che stime possiamo fare dei rincari? Secondo Arera, l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente italiana, nel 2021 una famiglia-tipo residente nel nostro Paese spenderà in tutto circa 631 euro per l'elettricità, con un aumento del 30% (circa 145 euro) rispetto al 2020. Per quanto riguarda il gas, la spesa totale sarà di circa 1.130 euro, e cioè quasi il 15% in più rispetto al 2020 (circa 155 euro in più su base annua). 

Ma nel confronto con il 2020 è bene tenere a mente che i prezzi di gas e luce erano eccezionalmente bassi a causa della pandemia. Per l'elettricità, infatti, la spesa annua del 2021 è superiore di circa il 13% rispetto a quella pre-Covid del 2019, mentre per il gas si è sostanzialmente tornati ai livelli del 2019.

VIDEO - Il Canone Rai sparisce dalla bolletta dell’elettricità, ecco cosa cambia

Perché i prezzi in bolletta aumentano?

La stangata di luce e gas è dovuta soprattutto all'aumento del prezzo delle componenti prime. Nello specifico, i prezzi europei del gas sono cresciuti di oltre l'80% nel terzo trimestre del 2021 rispetto al secondo. Stando a quanto calcolato dal Codacons, in caso di tariffe costanti dell'energia e in assenza di nuove misure del governo per abbattere le bollette, l'aumento di spesa per luce e gas per ogni singola famiglia sarà pari a circa +338 euro nel 2022.

VIDEO - Bollette, arrivano rincari del 40%: il motivo è nelle materie prime

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli