Bollettino Covid, Cts: "Deve rimanere invariato". Drastico dietrofront sui ricoveri

·2 minuto per la lettura
Bollettino Covid, Cts:
Bollettino Covid, Cts: "Deve rimanere invariato". Drastico dietrofront sui ricoveri(Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Novità sul bollettino quotidiano del ministro della Salute con i nuovi casi, le vittime e i ricoveri per coronavirus. Dopo le voci su un cambio radicale, con un nuovo report che non tenesse conto dei ricoveri degli asintomatici o per altre patologie, dal Cts arriva un brusco dietrofront.

Il bollettino che dà conto dei casi di Covid in Italia, infatti, deve rimanere invariato. Sarebbe questo, secondo quanto si apprende dalle ultime indiscrezioni, l'orientamento emerso nel corso della riunione di oggi del Comitato tecnico scientifico.

Tutto è nato dalla richiesta delle Regioni di modificare le modalità con le quali vengono conteggiati i pazienti Covid negli ospedali. Gli esperti avrebbero però ribadito la necessità di continuare a conteggiare anche gli asintomatici che entrano in ospedale per altri motivi ma che risultano positivi al virus per monitorare l'andamento della pandemia e identificare le varianti.

VIDEO - Covid Italia, Costa: "Proposta per revisione bollettino"

Medici contro il nuovo conteggio dei ricoveri

L'eventuale modifica dei criteri sul conteggio dei ricoverati positivi al Covid "non funziona. I numeri dei contagiati, il trend dei positivi ricoverati in area medica e nelle intensive, comunque li si conteggi sovraccaricano gli ospedali e portano allo stremo i professionisti. I medici si sentono soli". Lo ha specificato il presidente della Federazione degli Ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli. Il ministro Speranza "valuti attentamente e con la giusta prudenza le richieste delle Regioni. Chiediamo misure di controllo dell'epidemia, non operazioni di maquillage".

La proposta: casi asintomatici non conteggiati tra i ricoveri

La circolare diffusa da alcune agenzie stampa questa mattina prevedeva: "I pazienti ricoverati in ospedale per cause diverse dal Covid che risultino positivi ai test per coronavirus ma asintomatici, qualora assegnati in isolamento al reparto di afferenza della patologia, saranno conteggiati come 'caso' Covid ma non saranno conteggiati tra i ricoveri dell''Area Medica Covid', fermo restando il rispetto del principio di separazione dei percorsi e di sicurezza dei pazienti".

GUARDA ANCHE - Chi è Roberto Speranza

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli