Bollicine a confronto, Festival Spumantitalia a Pescara

Red

Roma, 20 gen. (askanews) - Il mondo delle bollicine italiane è in continua effervescente evoluzione e Festival Nazionale Spumantitalia, in programma a Pescara dal 24 al 26 gennaio 2019, si sta confermando come il più importante appuntamento annuale dedicato agli spumanti Made in Italy.

Di questo si sono accorti ben 8 Consorzi Italiani, Consorzio dei vini d'Abruzzo, Prosecco DOC, Garda DOC, Asti e D'Acqui DOCG, Lambrusco DOC, Consorzio vini del Sannio, Consorzio Durello Monte Lessini, che si ritroveranno a Pescara per discutere sui temi che interessano il settore spumantistico italiano e per far degustare la loro produzione enologia agli appassionati dell'effervescenza. L'associazione Festival Nazionale Spumantitalia insieme a Bubble's magazine, in collaborazione con il Consorzio di Tutela dei Vini d'Abruzzo, con la partnership del Comune di Pescara, della Andrea Zanfi Editore, dell'Ovse, di Aliante Business Solution, Assoenologi, Citta del vino, Movimento del Turismo del Vino, Donne del Vino e molte amministrazioni abruzzesi e associazioni regionali, daranno vita a una kermesse unica raccolta all'Hotel Esplanade di Pescara.

Il ricco programma di talk show inizia venerdì 24 gennaio alle ore 10.00 con "Viticoltura 4.0", dedicato al cambiamento dell'agricoltura in relazione ai mutamenti del clima, ai mercati e ai consumatori, chiedendosi se la scienza e la tecnologia giocheranno un ruolo fondamentale in questa trasformazione. "Esperienze a confronto", ha l'obiettivo di far dialogare i territori di storica identità spumantistica e nuove aree di produzione con la partecipazione dei rappresentanti di Franciacorta, Prosecco, Conegliano Valdobbiadene, Monti Lessini, Garda, Alta Langa, Asti, Abruzzo, Sicilia e Puglia che racconteranno le loro esperienze.

Il focus "Il patrimonio culturale del territorio come elemento di sostegno alla comunicazione aziendale" rappresenta invece l'occasione per porre l'accento sugli elementi culturali, la loro importanza, la loro creazione e le modalità di utilizzo nell'ambito del marketing e della comunicazione aziendale. La due giorni spumantistica vede inoltre un contributo sulle nuove direttricdi dell'export col "L'evoluzione dell'export per saper affrontare precarietà e nuove sfide", un tema che si concentra sull'individuazione dei punti di forza e debolezza del sistema Italia nel mondo dell'export, attraverso l'analisi di dati significativi a supporto del dibattito, approfondendo la situazione attuale dei mercati, alla luce del successo e del valore delle bollicine italiane, con un focus anche sul ruolo delle istituzioni.

Non poteva mancare un incontro sulla via della seta: "Cina: il mercato del futuro - Tra sfide e opportunità", è il focus con operatori e importatori cinesi guidato da Silvana Ballotta durante il quale verranno esposti dati di mercato e offerti spunti di riflessione utili a comprendere la nuova frontiera dell'export cinese, dove la qualità unica del Made in Italy viene riconosciuta e ricercata, e approfondirne il tema. L'ultimo talk show dal titolo "Gli spumanti nell'era digitale", si svolgerà con gli autori del libro "Le strategie di mercato, gestione dell'impresa vitivinicola" a cui seguirà un dialogo di riflessione sui temi del marketing e del neuromarketing.