Bologna, piano neve: sensori rilevano ghiaccio sulle strade

Pat

Bologna, 4 dic. (askanews) - Sensori in grado di misurare la temperatura del suolo e l'umidità e segnalare la formazione di ghiaccio sull'asfalto, piccoli mezzi con lame in gomma per pulire le principali piste ciclabili della città, compresa la tangenziale delle biciclette, super turbine pronte a partire in caso di fenomeni particolarmente intensi: sono alcune delle novità del "Piano neve" che il Comune di Bologna prepara ogni anno e dove vengono raccolte le azioni che tutti devono mettere in pratica quando in città nevica.

Il piano, attivo dal primo dicembre scorso, contiene le informazioni su come comportarsi, quali sono i doveri dei cittadini e come si attiva il Comune per garantire la viabilità.

Quest'inverno il Comune avrà tre alleati speciali: si tratta di un sistema di rilevamento delle condizioni stradali composto da tre piccoli sensori inseriti nella pavimentazione e in grado di verificare in tempo reale la formazione di ghiaccio. Si tratta infatti di un fenomeno poco prevedibile perché non legato solo alla temperatura ma anche all'umidità: i tre sensori registrano queste condizioni e allertano il sistema consentendo un intervento rapido. Le stazioni saranno posizionate in via del Paleotto, in via Casteldebole e in vi a del Tuscolano.

Lo spargimento del sale (la scorta è di cinquemila tonnellate ed è un sale particolare, senza inquinanti) interessa i punti critici della viabilità come ponti, rotonde, cavalcavia, sottopassi, zone collinari, in cui è più probabile la formazione di ghiaccio al suolo.

(segue)