**Bologna: Santori a Calenda, 'confido in pedate (non metaforiche) dei romani…'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 ago. (Adnkronos) – "Io mi sto candidando da indipendente volendo dare un contributo alla mia città come consigliere comunale. Che dire di un signorotto con arte e soprattutto con parte, che ha avuto una pedata (non metaforica) per arrivare dov’è arrivato?". Così Mattia Santori su Fb ribatte a Carlo Calenda.

"Un signorotto che dopo esser stato bocciato alle elezioni del febbraio 2013, viene nominato qualche mese dopo addirittura viceministro? Un signorotto che si è fatto eleggere, da iscritto, nelle liste del Pd per poi creare il suo partitino personale, dovrebbe esimersi dal dispensare consigli non richiesti. Nel mentre -conclude la 'sardina' – confido nelle pedate (metaforiche) dei romani…".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli