Bologna, sequestrati beni per 30 mln a imprenditore

red/Rus

Roma, 21 gen. (askanews) - I militari della Guardia di Finanza di Bologna hanno eseguito un sequestro di prevenzione di beni mobili, immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie - detenuti anche all'estero - del valore di circa 30 milioni di euro, nella disponibilità di un imprenditore, formalmente residente nel principato di Monaco ma di fatto domiciliato in provincia di Pavia, in quanto ritenuto "soggetto fiscalmente e socialmente pericoloso". Il provvedimento è stato disposto dal Tribunale di Bologna - Sezione Misure di Prevenzione, in accoglimento della richiesta formulata dal Pubblico Ministero titolare delle indagini, Roberto Ceroni della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Tra i beni oggetto di sequestro da parte del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Bologna rientrano 10 immobili (tra cui 3 complessi immobiliari di pregio, con parco, piscina e autorimessa, di cui due siti nel pavese e uno ubicato a picco sul mare nella prestigiosa località francese di Roquebrune-Cap Martin, del valore di circa 7 milioni euro), oltre 30 autovetture (tra cui spiccano diverse Bentley, Range Rover, Ferrari e prestigiose auto d'epoca), quote societarie e disponibilità finanziarie.(Segue)