A Bologna una mostra sull’immigrazione italiana in Francia

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 feb. (askanews) - Dal 1°al 28 febbraio l'Alliance Française di Bologna accoglie nella propria sede la mostra itinerante Ciao Italia! Un secolo di immigrazione italiana in Francia (1860-1960), ideata e realizzata dal Palais de la Porte Dorée - Musée national de l'histoire de l'immigration de Paris ed ispirata all'omonima grande mostra tenutasi a Parigi nel 2017.

La sua circolazione in Italia è coordinata dall'Institut français Italia e la mostra di Bologna vede la collaborazione della Fédération des Alliances Françaises d'Italie.

La mostra Ciao Italia! si compone di 16 pannelli che rappresentano un itinerario geografico, socio-economico e culturale degli immigrati italiani in Francia dal Risorgimento agli anni della Dolce Vita. Tra l'Ottocento e il Novecento, circa 26 milioni di Italiani e Italiane emigrano per motivi sia economici che politici. Una parte di essi si dirigono in Francia che all'epoca mancava di manodopera. Gli Italiani diventano così gli stranieri più numerosi in Francia dall'inizio del XX secolo fino agli anni 60'. Oggi commemorata, la loro integrazione non avvenne comunque senza intoppi. Tra diffidenza e desiderio, violenze e passioni, rifiuto e integrazione, la mostra Ciao Italia! narra questa storia evidenziando l'apporto degli Italiani alla società e alla cultura francesi. La mostra si articola in varie tappe: le fasi dei flussi migratori con i loro eventi simbolici, le aree di provenienza e di destinazione dei migranti italiani, gli svaghi, la religione, l'arte, la musica, lo sport e ovviamente la gastronomia. La mostra mette in evidenza anche i mestieri che gli italiani svolgevano in Francia: operai, commercianti, artigiani, ambulanti, fino a rendere omaggio agli italiani più famosi come Yves Montand, Serge Reggiani, le famiglie Bugatti e Ponticelli, Lino Ventura e molti altri. "Ciao" fa parte di quelle parole che, accompagnando le migrazioni di milioni d'Italiani in tutto il mondo, sono state adottate dalle lingue dei paesi di accoglienza, come in Francia dove ormai fa parte del vocabolario corrente. Ciao Italia! è un arrivederci degli Italiani al loro paese, ma mai un addio, ed è anche una formula di benvenuto della Francia alla sua vicina.

Questa appassionante storia sarà presentata online giovedì 11 febbraio 2021, alle ore 18, in collegamento con Stéphane Mourlane, (Commissario scientifico della mostra e Prof. Storia Contemporanea Université d'Aix-Marseille), Isabelle Renard (Commissario generale della mostra e responsabile delle collezioni d'arte contemporanea al Musée National de l'Histoire de l'Immigration) e Riccardo Brizzi (Prof. Storia contemporanea - Università di Bologna). Durante l'incontro verranno mostrati i vari pannelli che compongono la mostra nei locali dell'Alliance e anche il Musée National de l'Histoire de l'Immigration.

Oltre all'inaugurazione online dell'11 febbraio sono previste ulteriori iniziative dedicate al tema dell'immigrazione italiana in Francia, con un focus sulla letteratura ed un altro sul cinema. Il dettaglio degli appuntamenti sarà disponibile sul sito www.afbologna.it

Con il passaggio in "zona gialla" della regione Emilia-Romagna, la mostra, ad ingresso gratuito, sarà visitabile con i seguenti orari:

dal lunedì al venerdì: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Ingressi contingentati (è consigliata la prenotazione) e rispetto di tutte le norme di sicurezza anti-covid (obbligo di mascherina, distanziamento sociale, soluzioni idroalcoliche all'ingresso).

Per informazioni e prenotazioni (singole, di gruppo e scolastiche) telefonare allo 051332828 o scrivere a comunicazione@afbologna.it

vai al sito con il dettaglio dell'evento