Bolognini: Golgi Redaelli struttura d'eccellenza e da migliorare

Mda

Milano, 21 ago. (askanews) - "Un'altra struttura d'eccellenza, che non chiude ad agosto, ma che continua a operare pienamente. Un'eccellenza lombarda, come tante altre, che vogliamo migliorare, anche in un'ottica di integrazione col sistema sanitario". Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, prosegue il suo viaggio tra le realtà del sistema socioassistenziale lombardo; oggi ha incontrato i vertici della Asp 'Golgi Redaelli" di via D'Alviano a Milano. L'Azienda di Servizi alla Persona opera nel territorio della Ats Città Metropolitana di Milano e le sue attività si svolgono prevalentemente nell'ambito dei servizi di assistenza e cura delle persone anziane, attraverso la gestione di numerose strutture specializzate.

"Una visita importante, dopo quella al Trivulzio - ha sottolineato Bolognini -. Oggi abbiamo incontrato ospiti e personale nella Rsa, che ha 300 posti letto, visitato l'hospice, i nuclei per gli stati vegetativi oltre che i centri diurni. Servizi che vengono erogati in continuazione tramite Comune di Milano e Regione Lombardia".

Bolognini ha potuto approfondire la conoscenza delle strutture incontrando Teresa Suardi, direttore medico servizi riabilitativi, Antonio Grillo, direttore medico area sociosanitaria, Giovanni Mercuri, direttore dell'istituto, e Silvano Martina, vicedirettore generale della struttura. "La valutazione complessiva dei bisogni degli anziani viene effettuata pienamente - ha ribadito l'assessore regionale - per rispondere al meglio ai bisogni delle persone. Dal punto di vista della Rsa aperta ma anche dell'assistenza domiciliare, siamo molto avanti e possiamo fare ancora di più. Una delle sfide a cui è chiamata Regione Lombardia

Dotate di Nuclei Alzheimer, le Rsa sono strutture presso cui le persone anziane fragili con bisogni complessi trovano assistenza, 24 ore al giorno, sette giorni su sette. Attualmente offrono ospitalità a 736 pazienti, di cui 308 a Milano, 261 a Vimodrone, 167 ad Abbiategrasso, con percorsi di cura centrati sui bisogni delle persone e delle famiglie. All'interno delle RSA ci sono nuclei riservati alle persone affette da demenze e Alzheimer: 20 a Milano, 18 a Vimodrone, 40 ad Abbiategrasso per un totale di 78 ospiti. L' offerta, limitata a soli 20 ospiti a Milano, propone anche gli spazi di vita collettiva dei Cdi (Centri Diurni Integrati). Altri 2 ospiti di Milano possono essere presi in carico dalla Rsa 'aperta' per integrare il lavoro dei 'caregiver' e delle famiglie. Nelle Unità di Valutazione Geriatriche (Uvg) i nostri medici valutano da più punti di vista le condizioni della persona e indicano il percorso più adatto.

Dopo traumi, operazioni o malattie complesse, gli anziani e in generale le persone fragili hanno bisogno di cure speciali per riattivarsi, recuperare efficienza e tornare alla propria vita nel modo migliore possibile. Al Redaelli tre sono le strutture dedicate alla Cure intermedie, vale a dire ricoveri temporanei (30/90 giorni) mirati a ottenere per ciascun paziente il massimo risultato. Nella riabilitazione delle persone anziane c'è la possibilità di accogliere 616 ospiti.

(segue)