Bolsonaro: "Covid? Tanto moriremo tutti, basta fare le femminucce"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Dobbiamo smettere di essere un Paese di femminucce". Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, torna a parlare in questi termini della pandemia di coronavirus. "Ormai tutto è pandemia. Mi dispiace per i morti, mi dispiace, ma un giorno moriremo tutti. È inutile fuggire dalla realtà" ha affermato Bolsonaro durante un discorso pronunciato nel palazzo presidenziale di Planalto.

“Guarda che piatto pieno per la stampa - ha detto rivolto ai media - Un piatto pieno per l'avvoltoio che è là dietro. Dobbiamo affrontare la pandemia con il petto in fuori, combattere. Che generazione è la nostra?". Quindi il monito a smetterla di essere un "Paese di femminucce".

Durante il suo intervento, Bolsonaro ha detto anche che la sua vita "è una disgrazia, è sempre un problema" e si è lamentato della copertura della stampa.

Il Brasile ha superato i 162mila morti per Covid-19 e i 5,6 milioni di casi confermati.