Bolsonaro: la foresta Amazzonica è umida, non prende fuoco

Bolsonaro: la foresta Amazzonica è umida, non prende fuoco

Riad, 30 ott. (askanews) – Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro promuove lo sfruttamento dell’Amazzonia, durante un intervento davanti ai partecipanti della “Davos del Deserto”, la terza edizione del Future Investment Initiative (FII) a Riad.

“Qualche settimana fa, il Brasile è stato fortemente attaccato da un capo di Stato europeo sulla questione amazzonica, problemi che si ripetono ogni anno, che fanno parte della cultura dei popoli nativi: bruciare le loro terre, distruggere una parte delle loro terre per piantare, per la sopravvivenza”.

E dopo il riferimento alla polemica con la Francia di Emmanuel Macron, Bolsonaro ha assicurato:

“L’Amazzonia presenta un mondo di opportunità, abbiamo una biodiversità che è ancora del tutto sconosciuta. Siamo pronti ad accogliere qualsiasi paese che voglia firmare un accordo di partnership con noi. Andremo a esplorare la biodiversità dell’Amazzonia, perché i popoli laggiù, che sono indios, non vogliono restare come degli uomini preistorici”.

Dati alla mano, Bolsonaro ha poi replicato alle accuse che gli sono state mosse dal mondo intero:

“Finiremo l’anno con i livelli medi più bassi di incendi e calore nella storia del Brasile. Pertanto, l’incendio è un’accusa, una fake news, una menzogna, fatta contro il Brasile”.

“L’Amazzonia non sta prendendo fuoco, la foresta è umida, quindi non c’è modo di farle prendere fuoco”.