Bolzano è l’unica provincia dove si fanno figli. Perché?

Nel 2016 ci sono stati 474.400 bambini nati vivi sul territorio italiano, contro i 486 mila del 2015. Un calo del 2,4% che è in linea con gli anni precedenti. Il motivo? Gli esperti sono convinti che sia il periodo di incertezza economica e il generale impoverimento del ceto medio a causare questa situazione critica. (Getty)

Nel 2016 in Italia sono nati 12mila bambini in meno e sono sempre di più i figli unici. La media nazionale è di 1,34 bambini per mamma, mentre a Bolzano le donne hanno 1,78 figli ciascuna. Nella provincia di Bolzano la popolazione segna un +1,4 per cento, in Trentino Alto Adige +1,1 per cento. Nel resto del Paese, leggendo i dati Istat, il segno meno è una costante. Il Piemonte è la regione con il saldo peggiore tra nascite e morti (-18,5 per cento), seguita dalla Toscana (-15,1 per cento) e Emilia-Romagna (-14 per cento). Insomma, l’unica isola felice dove continuano a nascere bimbi è Bolzano. Perché?

I fattori positivi sono diversi. A partite dall’Agenzia della famiglia: dal 2011 i nuclei familiari aiutati sono aumentati da 37mila e 47mila e i fondi da 45 milioni sono arrivati a 73 milioni di euro. Il welfare da questi parti funziona decisamente meglio. I bambini da zero a tre anni ricevono un assegno che, dal 2013, vale 200 euro al mese. Ne hanno diritto le famiglie che non superano gli 80mila euro di reddito annuo, ossia il 90 per cento dei nuclei, secondo i dati dell’assessorato. L’importo si cumula con un assegno regionale più elastico sull’età e in media da 110 euro mensili, e con il bonus nazionale da 80 euro. Le mamme di Bolzano sono una sorta di “campione” per l’assegno universale per i figli, ora in discussione al Senato.

Il numero di bambini per ogni donna residente è di 1,34. (Getty)

Non solo sussidi. A Bolzano abbondano i tagesmutter, asili nido gestiti da madri appositamente formate, la tariffa oraria varia da 0,90 a 3,65 euro. Gusto per fare un paragone, a Milano un asilo nido pubblico può costare fino 200 euro al mese, uno privato arriva a 800 euro. Nella provincia di Bolzano la maggiore fiducia nel futuro è legata anche al lavoro, che da queste parti non manca, e ad un tasso di disoccupazione che è solo al 3,7 per cento.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità