Bolzano vorrebbe adottare la 'regola austriaca delle 2G' per i non vaccinati

·1 minuto per la lettura

AGI - "Abbiamo chiesto a Roma di consentire vantaggi per i vaccinati come del resto già avviene in alcuni Paesi europei, ad esempio l'Austria che ha inserito la 'regola delle 2G'. Questo perché in Alto Adige l'andamento della pandemia non è soddisfacente".

Lo ha detto il presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher nel corso della conferenza stampa post giunta del martedi'. Il governatore altoatesino ha preso ad esempio quanto accade in Austria che da lunedì scorso applica la 'regola delle 2G' che ammette nei ristoranti, bar, pasticcerie, barbieri, parrucchieri e impianti sciistici, oltre che a eventi di qualsiasi genere, solo persone vaccinate o guarite da sei mesi.

L'assessore alla sanità altoatesino Thomas Widmann ha poi affermato, "siamo nel pieno della quarta ondata e rinnovo l'appello ai cittadini di prendere sul serio la situazione, di rispettare le regole anti-Covid che spesso vengono dimenticate", aggiungendo che gli ospedali altoatesini sono già sotto pressione.

Leggi qui: la regola austriaca delle 2G

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli