Bomba sotto casa dell’ex: arrestato un 28enne

bomba casa ex

Guai per un 28enne di Cameri, in provincia di Novara: il giovane è stato arrestato con l’accusa di minacce e danneggiamento aggravato nei confronti della ex fidanzata. Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, infatti, il giovane si sarebbe presentato a casa della ragazza portandole un orso di peluche ad altezza d’uomo per convincerla a farlo entrare e parlare con lui. Al rifiuto della giovane, il 28enne avrebbe però perso la testa facendo esplodere una bomba carta che ha danneggiato i pavimenti e un’auto parcheggiata poco distante.

Bomba sotto casa dell’ex

Un uomo si sarebbe fatto prendere dalla gelosia per il rifiuto da parte della ex fidanzata e avrebbe quindi deciso di compiere un gesto tanto eclatante quanto folle facendo scoppiare una bomba carta. “Voglio solo darti un pensiero” le ha detto suonando al citofono. La giovane, tuttavia, si sarebbe rifiutata di incontrarlo, scatenando le sue ire. Stando a quanto scoperto dalle forze dell’ordine, il 28enne aveva con sè una bomba carta e un martello di piccole dimensioni, che non avrebbe però utilizzato. La pattuglia dei Carabinieri, richiamata dal forte boato della deflagrazione, ha prontamente fermato il colpevole arrestandolo sul posto.

Arrestato il colpevole

Il ragazzo, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di minacce e danneggiamento aggravato ed è stato accompagnato in ospedale dai Carabinieri. Nella deflagrazione, infatti, il ragazzo ha riportato ustioni di primo grado ad una mano e ha avuto necessità di ricorrere alle cure mediche. A suo carico anche una denuncia per porto e detenzione illegale di esplosivi. Le parti della bomba sono state infatti recuperate in un’area di 60 metri quadrati.