Bombardata la centrale di Zaporizhia

Una serie di esplosioni sono state denunciate dai tecnici dell'Aiea presenti nella centrale di Zaporijjia, la più grande d'Europa che sarebbe stata colpita da missili. Kiev e Mosca si rimpallano la responsabilità anche se appare quantomeno difficile da credere che l'Ucraina bombardi lo stabilimento. I rischi di un incidente però restano altissimi. I tecnici hanno potuto constatarlo dalle finestre.

I danni sono visibili secondo i testimoni. Almeno 12 danneggiamenti ai cavalcavia per la comunicazione, ai serbatoi di stoccaggio dell'acqua desalinizzata chimica, al sistema di spurgo del generatore di vapore, ed ai sistemi ausiliari di uno dei due diesel, della stazione centrale dell'infrastruttura della stazione.

Da diversi mesi Mosca e Kiev si accusano a vicenda di bombardamenti sul sito, sotto il controllo russo ma situato non lontano dalla linea del fronte. Il presidente francese Macron si è intrattenuto con le autorità per cercare di calmare le acque.