Bombola del gas esplode: morta la donna 53enne rimasta gravemente ferita

·2 minuto per la lettura
Esplosione di una bombola di gas nel Salento
Esplosione di una bombola di gas nel Salento

Non ce l’ha fatta Manuela Mancini, una donna di 53 anni, coinvolta nell’esplosione di una bombola del gas avvenuta all’interno di un’abitazione nel Salento. La tragedia si è consumata il 19 agosto 2021 in un b&b sito nella frazione di Melendugno. La notizia è stata pubblicata dal Nuovo Quotidiano di Puglia online.

Esplosione di una bombola del gas, cosa è accaduto nel Salento

La 53enne si trovava in vacanza in Puglia e avevo riportato gravi ustioni di secondo grado su gran parte del corpo. Prima il trasferimento in ospedale a Lecce, poi il ricovero in codice rosso al Centro Grandi Ustionati di Brindisi. Nonostante la tempestività dell’intervento, la donna è spirata a causa delle gravi conseguenze causate dall’esplosione. Intanto la procura di Lecce ha avviato un’inchiesta per chiarire quanto accaduto. Il luogo si trova sulla strada che giunge alla marina di Torre Sant’Andrea.

Esplosione di una bombola del gas, i soccorsi avvenuti in una frazione di Melendugno

La donna è stata portata prima a Lecce presso l’ospedale, ma viste le gravi condizioni si è reso necessario il ricovero d’urgenza a Brindisi. Il personale sanitario ha tentato in tutti i modi di salvarle la vita: dopo alcuni giorni la 53enne è spirata.

Esplosione di una bombola del gas, i precedenti

Paura a Santa Maria al Bagno, frazione del comune di Nardò (provincia di Lecce), dove in una villa è esplosa una bombola di gas. L’evento ha provocato il ferimento di tre persone. I feriti sono stati trasportati in ospedale e non sono in pericolo di vita. Stando alle prime ricostruzioni della vicenda, una fuga di gas avrebbe provocato un’esplosione. I feriti sono il nonno e nipote di 5 anni, che si trovavano all’interno dell’abitazione al momento dei fatti, e uno dei loro vicini di casa.

In un altro caso, questa volta a Genova, un’esplosione causata da una fuga di gas ha danneggiato un’abitazione situata in via Serra di Musanego, nel popolare quartiere di Sant’Ilario. A seguito della deflagrazione è crollato aperte del soffitto che divide la palazzina bifamiliare. Gravi le ferite riportate da una donna di 45 anni: le sue condizioni non sarebbero gravi. Parte dell’edificio sarebbe crollato dopo l’esplosione di una bombola di gpl utilizzata per riscaldare il luogo di abitazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli