Bonaccini: in Emilia Romagna guardia alta contro mafie e... -6-

Red/C/ro/Bla

Roma, 8 nov. (askanews) - Il presidente della Commissione antimafia Nicola Morra si è dichiarato in linea con quanto detto da Don Ciotti e Landini: "quanto più retrocedono i diritti, tanto più i cittadini vengono ricondotti a sudditi". "Troppo spesso- ha aggiunto- le richieste della presenza della Commissione antimafia arrivano dopo che si è già compiuta un'operazione di confisca, mentre la politica deve intervenire quanto prima. Ma servirebbe anche una cultura politica conscia del fatto che quanto più si attua la liberazione del mondo dei subappalti tanto più si infiltrano le organizzazioni mafiose. Attualmente stiamo lavorando come Commissione e Comitati su tematiche precise, in particolare su appalti e controlli, in stretto contatto con Prefetture. Bisogna far capire che emergenza criminale è da associare ad ignoranza e mancanza consapevolezza a propri doveri e diritti. E' necessaria quindi una rinascita dell'etica della responsabilità e del dovere, una cultura delle regole, ricordando anche i giusto riferimento alla nostra Costituzione".