Bonaccini: in Emilia Romagna guardia alta contro mafie e... -4-

Red/C/ro/Bla

Roma, 8 nov. (askanews) - Nella prima parte della giornata hanno dialogato sull'etica della cittadinanza responsabile l'assessore regionale alla Cultura e alla Legalità, Massimo Mezzetti e don Luigi Ciotti, presidente di Libera, associazione contro le mafie.

"Abbiamo voluto realizzare questa giornata dopo 5 anni di lavoro- ha affermato l'assessore Mezzetti-. Dalla Consulta regionale alla definizione del Testo unico sulla Legalità, sono stati coinvolti tutti gli attori regionali, per lavorare secondo la cultura della nostra terra, caratterizzata dall'affrontare insieme i problemi. Purtroppo, è ancora scarsa la consapevolezza degli strumenti di cui dobbiamo dotarci nei territori economicamente avanzati e che la dinamica di infiltrazione delle mafie è molto diversa dal passato. Il contrasto deve avvenire attraverso il rispetto delle norme del lavoro, appalti regolari e controlli, anche nell'ambito privato, mentre sono state derogate ulteriormente le norme consentendo il ricorso al massimo ribasso negli appalti. Il nostro tessuto imprenditoriale- ha aggiunto-è in gran parte sano ma rischia di rimanere colluso. Le imprese malate danneggiano il mercato con una concorrenza sleale. E' quindi più che mai necessaria l'unità delle forze sociali e politiche, e qui è stato così con la realizzazione del Testo unico".

(Segue)