Bonaccini: la mia prima campagna elettorale senza avversario

Pat

Bologna, 3 gen. (askanews) - Il leader della Lega, Matteo Salvini, è sempre "benvenuto" in Emilia-Romagna, perché "siamo una terra ospitale". Ma il 27 gennaio, dopo le elezioni regionali, a "guidare la Regione ci saremo o io o Lucia Borgonzoni". Lo ha detto il presidente uscente Stefano Bonaccini, durante la presentazione dei candidati di "Azione" assieme a Carlo Calenda e Matteo Richetti. "E' la prima volta che faccio una campagna elettorale dove non ho l'avversario".

In queste settimane, ha spiegato Bonaccini "avremmo bisogno di discutere con grande pacatezza, con reciproco rispetto, perché non ci sono mai nemici ma al massimo avversari. Dovremmo parlare di cose concrete". Ma "è la prima volta che faccio una campagna elettorale dove non ho l'avversario. O meglio ce l'ho, ma è quello che tornerebbe a Roma il giorno dopo nel caso dovesse vincere le elezioni". Infatti "parla solo Salvini, c'è solo lui".

Salvini "è benvenuto perché siamo una terra ospitale, ma non mi pare che si possa fare una campagna elettorale così - ha aggiunto il candidato del centrosinistra -. Il 27 gennaio ci saranno io o lei a guidare questa Regione e lo voglio dire anche a tutti quelli che hanno votato Lega o Cinquestelle alle scorse elezioni politiche e alle europee, perché noi ci rivolgiamo a chiunque: si vota per l'Emilia-Romagna. E per quanto" possa avere una "valenza nazionale" le prossime elezioni, "dal punto di vista delle politiche di governo per cinque anni ci saremo o io o lei".