Bonaccini: ok proposta Istituto Ramazzini riconscimento Irccs -2-

Red/Gtu

Roma, 14 gen. (askanews) - "Il Centro di ricerca sul cancro del Ramazzini è una realtà d'eccellenza indipendente, riconosciuta a livello internazionale - ha ricordato Bonaccini - i risultati delle sue ricerche hanno avuto una ricaduta fondamentale sulla medicina ambientale e del lavoro, stimolando il lancio di programmi di prevenzione e di protezione della salute pubblica". Ma il "Ramazzini" è anche "una realtà cara ai cittadini emiliano-romagnoli, in particolare ai residenti nella provincia di Bologna, dove si trovano i laboratori del Centro di ricerca". A questi ultimi, attivi già dagli anni Settanta, è seguita, negli anni 2000, l'entrata in funzione dei poliambulatori per la diagnosi precoce dei tumori.

Spetterà alla prossima giunta e alla prossima assemblea legislativa completare il percorso per il riconoscimento, mentre la decisione finale è in capo al ministero della Salute.

Gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico - sottolinea la regione Emilia-Romagna - rivestono grande importanza per lo sviluppo della programmazione sanitaria regionale, in quanto coniugano attività di ricerca, clinica e sperimentale favorendo l'erogazione di prestazioni assistenziali di grande qualità e innovazione.

Attualmente in Emilia-Romagna sono quattro: Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna, Istituto delle scienze neurologiche di Bologna, Istituto in tecnologie avanzate e modelli assistenziali in oncologia di Reggio Emilia, Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori di Meldola. Per altre due realtà è in corso il percorso di riconoscimento.