Bonaccini: ora sfida ricostruzione, Emilia R. sar pi equa

Pat

Bologna, 9 giu. (askanews) - Dopo oltre tre mesi di emergenza Covid-19 l'Emilia-Romagna pronta a "ricostruire" il tessuto sociale ed economico. Per questo la Regione "intende innovare e adeguare tutti i propri strumenti per rispondere tanto alle fragilit preesistenti quanto ai nuovi bisogni emersi con la crisi, per non lasciare indietro nessuno". Lo ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, durante la seduta dell'Assemblea legislativa regionale per presentare il Programma di mandato 2020-2025 della propria giunta.

"Sono passati poco pi di tre mesi dallo scorso 28 febbraio, il giorno in cui firmai il decreto di insediamento della nuova giunta regionale - ha detto Bonaccini -. 103 giorni nei quali la gran parte degli emiliano-romagnoli e tutti i cittadini italiani hanno dato una grande prova di responsabilit, comprendendo l'importanza di misure che hanno limitato la vita di ognuno di noi, rispettandole. Settimane in cui ha prevalso l'esigenza di tutelare la salute pubblica quale strada per provare a proteggere anche i singoli, sebbene siano state tante le persone che non ce l'hanno fatta. Troppe. E questo sar per sempre il solo danno irreparabile, pensando soprattutto ai loro cari e ai loro familiari. Tutto il resto siamo chiamati a ricostruirlo. Adesso. Per farlo serve un Paese unito, un obiettivo condiviso. L'Emilia-Romagna ha tutto per farcela".

(segue)