Bonafede: combattere corruzione senza tentennamenti né cedimenti

Bla

Roma, 28 gen. (askanews) - "Combattere senza tentennamenti né cedimenti la corruzione è un dovere morale delle istituzioni, degli operatori economici, dei responsabili delle amministrazioni pubbliche, di tutti i comuni cittadini, per incrementare le opportunità di crescita economica, sociale e culturale della nostra comunità nazionale". Così il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede nel corso della relazione alla Camere sull'amministrazione della giustizia.

"La corruzione indebolisce lo Stato di diritto, anche considerando che l'azione criminale dei poteri mafiosi, come hanno dimostrato tante indagini, spesso è alimentata proprio attraverso il metodo corruttivo", ha sottolineato il guardasigilli.