Bonafede: riforma Csm a garanzia indipendenza e autonomia toghe

Bla

Roma, 28 gen. (askanews) - La finalità della riforma del Csm e della magistratura "è quella di garantire l'indipendenza e l'autonomia della magistratura rafforzando anche, in tal senso, la separazione tra la politica e la magistratura stessa. La bozza in questione affronta anche il tema del sistema elettorale per l'elezione dei componenti del CSM: tra i principi sottesi a questa riforma c'è quello di escludere qualsiasi inquinamento dovuto alle c.d. degenerazioni del correntismo". Così il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede nel corso della relazione alla Camere sull'amministrazione della giustizia.