Bond (Fi): dispiegare esercito a confine, pericolo covid da Balcani

Rea

Roma, 2 ago. (askanews) - "I migranti arrivano da Sud e da Est e il governo resta a guardare, inerme, complice. Lampedusa e la Sicilia non solo le sole 'porte' dell'Italia, ai confini con la Slovenia file di migranti sfilano entrando nel nostro territorio. La rotta balcanica. Quella lunga via di disperazione che passa dalla Serbia, il più grande focolaio di Covid d'Europa. È giunto il momento che Palazzo Chigi si dia una mossa. Non hanno proprio senso gli inviti al rispetto delle regole di distanziamento e all'utilizzo della mascherina se poi non si fermano tutti quelli che giungono in Italia dalla rotta balcanica. Dispieghiamo l'esercito. Si crei un cordone nel confine Est del nostro Paese e si impedisca l'ingresso a potenziali contagiati. Ne vale della nostra sicurezza". Lo afferma, in una nota, il deputato di Forza Italia Dario Bond.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.