Bonefde: Di Maio? Anche io sarei rimasto ministro e capo politico

Ska

Roma, 11 gen. (askanews) - Se fossi stato il capo politico del M5S "avrei fatto una valutazione, all'esito della quale probabilmente mi sarei preso la responsabilità di portare avanti, oltre all'impegno da ministro, anche l'incarico di capo politico. Abbiamo un capo politico che si chiama Luigi Di Maio che ha portato il M5S al Governo di questo Paese e ha fatto in modo che le promesse del M5S e i valori che hanno animato tutte le nostre battaglie diventassero legge". Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede a L'Intervista di Maria Latella (SkyTg24).

"A chi critica Luigi Di Maio e sostiene che le regole andavano riviste - ha continuato Bonafede parlando dei malumori all'interno del M5S - chiedo perché le ha accettate quando era in campagna elettorale e stava per andare in Parlamento? Invece sostengono che vanno riviste solo adesso che devono fare le restituzioni. Luigi Di Maio ha l'unica colpa di pretendere che vengano mantenute le promesse fatte agli italiani".