Bonetti: per i bonus alle famiglie platea allargata e più risorse

Sav

Roma, 4 dic. (askanews) - "Su 7 miliardi a disposizione in legge di bilancio, come governo, perchè gli altri 23 erano utilizzati per bloccare l'aumento dell'IVA, ben più di 600 milioni (l'8,5%, ndr) sono stati destinati a risorse aggiuntive al capitolo politiche familiari, misure già esistenti che noi abbiamo allargato, incentivato e modificato per quel blocco amministrativo che ci avrebbe impedito di renderle attuali dall'1 gennaio 2020. Abbiamo allargato la platea e aumentato in modo consistente le risorse stanziate". Lo ha spiegato la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, in audizione davanti le Commissioni riunite Affari costituzionali, Lavoro e Affari sociali della Camera.

"Il bonus bebè - ha chiarito - diventa un assegno universale natalità che andrà a tutti i nuovi nati: mentre la legge di bilancio precedente prevedeva 80 euro per le famiglie con meno di 25 mila euro di Isee, abbiamo garantito 120 euro per le famiglie che vanno dai 7 ai 40 mila di Isee, che coprono il 90% circa delle famiglie del nostro Paese; abbiamo mantenuto i 160 euro alle famiglie sotto i 7 mila euro di Isee; abbiamo esteso a 80 euro, la cifra che prima arriva solo alle famiglie più povere, solo per le famiglie sopra i 40 mila euro di Isee".

"Il fondo asili nido, che prima era solo di 1500 euro, è stato raddoppiato per il 60% delle famiglie del nostro Paese: sarà di 3 mila euro annui, non 1500, 2500 euro per le famiglie tra i 25 mila e i 40 mila euro di Isee e 1500 euro per le restanti famiglie", ha concluso.