Bonifiche, Morassut: il risanamento ambientale è una priorità

Rus

Roma, 12 feb. (askanews) - "In tema di bonifiche l'obiettivo è restituire il territorio alle comunità e farlo in tempi rapidi. Per questo dobbiamo agire sulla normativa esistente intervenendo sulle debolezze del sistema oggi vigente. Nel Collegato Ambientale vogliamo proporre una norma di delega al Governo con la modifica del Titolo V del Testo Unico Ambientale. È un processo complesso, che chiede il coinvolgimento di più attori, ma va fatto. A distanza di quasi 15 anni dall'emanazione del Testo unico serve un restyling della normativa tecnica sulle bonifiche, facendo tesoro dell'esperienza maturata in questi anni". Così questa mattina il sottosegretario all'ambiente Roberto Morassut al convegno SiCon2020 "Siti contaminati, Esperienze negli interventi di risanamento", organizzato dalla Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale dell'Università Sapienza di Roma.

"La bonifica dei siti contaminati è una priorità per un Paese come il nostro, caratterizzato da grandi eccellenze nell'economia circolare, nel capitale naturale, nella biodiversità, ma fragile e fortemente inquinato. Il Green New Deal deve partire proprio da un grande programma di risanamento dei suoli, agendo su dissesto idrogeologico, risanamento e rigenerazione urbana" continua il sottosegretario.(Segue)