Bonino: la famiglia di Silvia Romano sia orgogliosa di lei

Pol-Afe

Roma, 20 nov. (askanews) - "Non mi viene niente di poetico. Mi emoziona essendo stata commissaria agli aiuti umanitari ed avendo affrontato questo tipo di crisi tra l'impegno personale e l'esigenza della sicurezza. Per me è sempre stato un grande dramma cercare di salvaguardare l'emozione e l'impegno dei volontari, anche molto professionali, e l'esigenza di sicurezza. Non sempre si trova un buon equilibrio. Non mi rivolgo tanto a Silvia ma alla sua famiglia: penso che di Silvia, pure forse nelle sue ingenuità, dovete andare orgogliosi". Lo ha detto Emma Bonino a Timeline, su Sky TG4, rispondendo a una domanda su quale dedica lascerebbe per Silvia Romano, la volontaria italiana rapita in Kenya un anno fa, sul sito di Amnesty International.