Bonino: no a governo "antiparlamentare" o con programma "giallo"

Bac

Roma, 20 ago. (askanews) - "Un nuovo esecutivo che si fondasse sull'ennesimo tributo alla retorica antiparlamentare, cioè sulla definitiva approvazione del taglio dei parlamentari, fuori da qualunque disegno di riequilibrio costituzionale, per me non sarebbe accettabile". Lo ha detto Emma Bonino di +Europa nell'aula del Senato.

"Né sarebbe accettabile - ha aggiunto - un governo che si proponesse di attuare la parte 'gialla' del programma dell'ex maggioranza, come se, depurato delle proposte leghiste, questo programma potesse diventare d'improvviso condivisibile anche da chi non l'ha mai condiviso".

"Quello che è certo è che il Governo della demagogia è arrivato al capolinea. Mi auguro che in questa legislatura non ne parta un altro della stessa natura e dello stesso segno. Che invece di Papeete governerà da Bora Bora", ha concluso.