Bonisoli: riforma Beni cuilturali per migliorare l'efficienza

Lme

Venezia, 29 ago. (askanews) - "Nel mondo dei beni culturali noi a volte dimentichiamo che c'è un'attività di cucina che sta nascosta, ma che permette poi che accadano i grandi eventi come questo alle Gallerie dell'Accademia. Questo è lo spirito con cui abbiamo fatto un banale intervento di sviluppo organizzativo di un'organizzazione complessa come quella del ministero". Così Alberto Bonisoli, ministro dei Beni e delle Attività culturali del governo dimissionario, a margine della cerimonia di riapertura delle sale del Cinquecento alle Gallerie dell'Accademia di Venezia, ha commentato la riforma dei poli museali approvata nei giorni scorsi, che ha suscitato diverse polemiche e perplessità nel mondo della cultura.

"Non è questione di potere - ha aggiunto Bonisoli rispondendo a domande sui dubbi per gli accorpamenti su base geografica - è questione di migliorare l'efficienza di un'organizzazione che deve funzionare al meglio".