Bonucci ammette: "Sbagliavo a sentirmi il salvatore della patria"

Leonardo Bonucci commenta il buon momento del Milan: “Merito di Gattuso, non ho mai visto un allenatore così. Trasmette grande carica”.

Se il Milan ha iniziato a volare una parte del merito è sicuramente anche del ritrovato Leonardo Bonucci che, dopo un inizio difficile, è tornato sui livelli del suo periodo alla Juventus.

"Ho ritrovato fiducia in me stesso, mi sento un giocatore forte e importante come lo ero alla Juventus. Nei mesi iniziali sbagliavo a prendermi troppe responsabilità e sentirmi salvatore della patria. A calcio si gioca in undici, bisogna andare tutti nella stessa direzione", ammette adesso Bonucci a 'Milan News'.

Quindi il capitano del Milan a 'Premium Sport' rende merito a Gattuso: "Da quando è arrivato la squadra ha cambiato faccia. Ci ha dato mentalità, senso di appartenenza, oltre ad un aspetto fisico migliore. E' stato molto importante per me, con lui siamo diventati squadra. Prima non lo eravamo".

Infine, ai microfoni di 'Sky Sport', Bonucci ribadisce: "E' stato bravo il mister a toccare le corde giuste, ha ridato fiducia a chi si sentiva in disparte, a chi non rendeva come doveva nei primi mesi. E' stato bravo a spronarci e a convincerci che il Milan non era quello visto nei primi mesi, dandoci delle idee".

Riguardo al goal annullato dal VAR il difensore ha poco da recriminare: "Sapevo già di essere in fuorigioco, ho esultato perché mi capita poche volte, ma ai miei compagni l'avevo detto. Infatti l'esultanza non è veemente come al solito".