Bonus 200 euro dimezzato per alcuni lavoratori

bonus 200 euro dimezzato
bonus 200 euro dimezzato

Alcune categorie di famiglie riceveranno il famoso Bonus 200 euro erogato dallo Stato in forma dimezzata: ecco chi riguarda e perché.

Bonus 200 euro in arrivo a luglio

Arriverà con la busta paga di luglio il Bonus 200 euro varato con il Decreto Aiuti, misura che dovrebbe aiutare 31,5 milioni di persone per far fronte al caro vita, e che peserà sulle casse dello Stato per 6,3 miliardi di euro.

Si tratta di un sostegno una tantum rivolto a tutti i lavoratori e pensionati che hanno redditi sotto i 35mila euro, visti i rincari generalizzati dei beni e servizi, l’aumento delle bollette e del prezzo dei carburanti.

Bonus dimezzato per familiari di pensionati o percettori di rdc

Per quanto riguarda i lavoratori non cambia quasi nulla: nel caso di una famiglia in cui lavorano due persone, il bonus totale sarà di 400 euro. La stessa cosa però non vale se in famiglia c’è un percettore di reddito o pensione di cittadinanza.

Questi vuol dire, ad esempio, che in un nucleo familiare dove c’è un lavoratore dipendente e un percettore di reddito o pensione di cittadinanza, solo quest’ultimo avrà diritto al beneficio.

Nell’autodichiarazione che il dipendente privato è tenuto a presentare al datore di lavoro per ricevere i 200 euro, infatti, bisogna dichiarare di non aver già ricevuto il bonus e che nel proprio nucleo familiare non ci siano soggetti che percepiscono reddito o pensione di cittadinanza, o un trattamento previdenziale sociale di qualsiasi tipo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli