Bonus 200 euro, le scadenze dell’Inps: dopo i pensionati, tocca a colf e alle altre categorie escluse

bonus 200 euro inps
bonus 200 euro inps

Bonus da 200 euro: sono già 13 milioni i pensionati che hanno ricevuto l’indennizzo, seguiti da oltra 800 mila nuclei familiari percettori di reddito di cittadinanza. Al momento, l’Inps si sta dedicando alla distribuzione del bonus a colf e badanti per poi dedicarsi a tutte le categorie che sono state sinora escluse dalla misura.

Bonus 200 euro, le scadenze dell’Inps: dopo i pensionati, tocca a colf

Oltre 13 milioni di pensionati e 800 mila nuclei familiari percettori di reddito di cittadinanza hanno ricevuto il bonus da 200 euro una tantum stabilito dal Governo Draghi per sostenere il potere d’acquisto delle famiglie vessate dal caro prezzi. I lavoratori dipendenti, invece, hanno ricevuto l’indennizzo dai datori di lavoro, secondo le indicazioni corrisposte dall’Inps.

In questo contesto, l’istituto di previdenza sociale ha cominciato a erogare anche i primi pagamenti come colf e badantiche hanno ancora un mese e mezzo di tempo per presentare domanda.

A luglio, l’Inps ha liquidato i beneficiari di reddito di cittadinanza, i titolari di trattamenti pensionistici e di accompagnamento alla pensione, ai titolari di assegno per invalidità e di assegno sociale per un totale di 13 milioni e 137 mila pensionati e circa 800 mila nuclei familiari.

Altre categorie in attesa dell’indennizzo

Non solo pensionati e percettori di reddito di cittadinanza. A luglio, l’Inps ha disposto i pagamenti di più di 427 mila lavoratori domestici rispetto alle domande pervenute ai primi di agosto che, in totale, sono state pari a 445.875 istanze totali a fronte delle a 427.634 saldate.

I lavoratori domestici possono inoltrare domanda fino al prossimo 30 settembre, con l’impegno da parte dell’Istituto di ridurre al minimo i tempi di istruttoria. In questo modo, si consente a badanti e colf di consultare l’esito della domanda presentata entro quattro giorni lavorativi dall’invio dei documenti.

Esaurita la categoria di badanti e colf, da ottobre l’Inps si occuperà di tutte le categorie sinora escluse, erogando in modo automatico il bonus da 200 auro ai titolari di Naspi e Dis-Coll, alla platea di beneficiari della disoccupazione agricola 2021 e ai titolari delle ex Indennità Covid. Tutte le altre categorie che per ricevere il bonus avranno necessità di inviare domanda potranno farlo entro il 31 ottobre 2022.