Bonus lavoratori, spunta un nuovo contributo dal governo

inps
inps

Secondo le ultime indiscrezioni, il Ministero del Lavoro e l’Inps starebbe pensando di introdurre un nuovo bonus una tantum da 550 euro, ma resta da definire la platea dei benficiari.

Nuovo bonus da 550 euro: l’idea del Governo

Dopo il bonus da 200 euro previsto per i lavoratori e pensionati nella prossima busta paga di luglio, ora il Ministero del Lavoro e l’Inps starebbero pensando a un nuovo bonus da 550 euro una tantum, ma ancora non sono chiare le modalità e chi potrebbe beneficiarne.

Di questo bonus se ne parla dall’approvazione della legge di bilancio 2022 avvenuta il 31 dicembre 2021, e in questi mesi pare aver preso sempre più corpo l’idea di aiutare gli italiani, alla luce dell’inflazione su gas e bollette provocate dalla guerra in Ucraina.

Cosa sappiamo del nuovo bonus

Da un punto di vista pratico, al momento possiamo fare riferimento solo alle dichiarazioni del Ministro del Lavoro Andrea Orlando.

Il contributo sarà una tantum e dovrebbe essere destinato a coloro che nel 2021 hanno lavorato con un contratto part time verticale ciclico, ossia con un contratto che prevede l’impiego del lavoratore in particolari giorni, settimane o mesi dell’anno.

Nello specifico, il lavoratore dovrà dimostrare di esercitare l’impiego per sette settimane e non più di venti all’anno, ma allo stesso tempo non dovrà percepire assegni di trattamento pensionistico, Naspi o aver stipulato nuovi rapporti di lavoro.

Per questo bonus sarà istituito un fondo da 30 milioni che dovrebbe aiutare circa 50mila lavoratori.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli