Boom dell'e-commerce: dal coronavirus ai codici sconto

webinfo@adnkronos.com
·5 minuto per la lettura

Milano, 06.8.2020 - Il valore del commercio elettronico in Italia quest’anno è pari a 22 miliardi e 700 milioni di euro, vale a dire 4 miliardi e 700 milioni in più rispetto allo scorso anno. A evidenziarlo sono i numeri forniti dall’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano e Netcomm. In particolare, sono i settori emergenti a mettere in evidenza i ritmi di crescita più alti: il 30% per l’home living e il 56% per il food grocery. Anche l’elettronica di consumo, che pure è un comparto maturo, dimostra di andare bene, con un rialzo del 18%.

Il boom del commercio elettronico

In tutto il 2020, gli acquisti fatti tramite lo smartphone raggiungeranno un valore di 12 miliardi e 800 milioni di euro: considerando che nel 2019 ci si era fermati a 9 miliardi, si tratta di una crescita di oltre il 40%. Il canale conosce, dunque, un notevole sviluppo, che è frutto tra l’altro di una sensibilità più elevata da parte dei merchant rispetto alla progettazione e alla messa a punto di un customer journey che sia nativamente mobile. C’è da tenere conto, poi, della frequenza di utilizzo e della diffusione dei device, visto che lo smartphone è ormai da diversi anni il dispositivo che viene utilizzato di più per navigare su Internet. Non ultimo, un ulteriore fattore importante è il miglioramento dell’infrastruttura dal punto di vista della connessione e della copertura, per un notevole passo in avanti tecnologico.

Fare acquisti con il telefono

Il telefono ha altre caratteristiche significative quando si parla di shopping online: per esempio agevola gli acquisti effettuati di impulso e quelli omnicanale, risultando utilizzato per lo shopping online in store. Inoltre, grazie a uno smartphone si può comprare personalizzato, nel senso che sul device si possono salvare informazioni personali che poi torneranno utili lungo il percorso di acquisto.

Il commercio elettronico glocal

Sarà glocal la dimensione del commercio elettronico che verrà, per una soluzione che metterà a disposizione strade inedite al fine di consolidare il ruolo importante svolto dalla collettività e dalle comunità locali. L’emergenza sanitaria dei mesi scorsi lo ha dimostrato: in Italia ha preso piede il cosiddetto proximity commerce, grazie a cui è possibile una efficace integrazione tra i negozianti più piccoli e i player più grandi del commercio elettronico. Così, i commercianti al dettaglio hanno la possibilità di arrivare ai clienti che vivono nelle aree limitrofe tramite le piattaforme di delivery e la logistica.

L’e-commerce di prossimità

Il modello di e-commerce di prossimità è destinato a rivelarsi vincente grazie a una rete logistica più capillare, alla gestione dell’offerta in piattaforma e alla tecnologia. Il digitale ha fatto sì che i punti vendita di un territorio abbiano la possibilità di fare sistema in modo da dare vita a un micro marketplace a livello locale. L’offerta dei negozianti, pertanto, può essere raggruppata in una piattaforma unica allo scopo di assecondare la domanda del bacino di utenza locale, e soprattutto per agevolare un allargamento dei confini.

Gli investimenti in tecnologia

Nel corso degli ultimi tempi si è giunti alla certezza definitiva dell’esigenza di dare vita a un canale di commercio elettronico che risulti del tutto integrato con l’esperienza fisica. I consumatori auspicavano già da tempo un mutamento di questo tipo, anche se per i modelli di retail più classici questo comporterà delle revisioni di organizzazione e di processo molto significative. inoltre, ci sarà bisogno di intervenire anche sulla capacità di ascoltare i clienti, trovando il mix giusto di nuovi investimenti e creatività. I codici sconto dimostrano che i modelli di consumo sono protagonisti di un forte cambiamento; mai come prima in passato è stato così forte il percorso in direzione dell’omnicanalità.

I coupon dopo il coronavirus

Le abitudini di acquisto online, dopo la pandemia da coronavirus e le drammatiche conseguenze che ne sono derivate dal punto di vista economico, potranno essere trainate e consolidate dai coupon. I consumi su Internet aumentano, insomma, ma i risparmiatori anche. Il mercato della scontistica digitale nel nostro Paese sta conoscendo una notevole ascesa.

Come si sono evoluti gli acquisti in Italia

Così, mentre nel 2019 gli acquisti su Internet in Italia sono andati oltre la soglia dei 31 miliardi e mezzo di euro, facendo registrare un aumento del 15% sul precedente anno, il ricorso ai codici sconto sembra essere diventato una consolidata abitudine per tutti. Gli italiani, per altro, fanno shopping sul web affidandosi in modo particolare ai siti più noti, così da essere certi di non imbattersi in truffe e allo scopo di non rimanere vittime di violazioni di sicurezza: due problemi di non poco conto quando si tratta di comprare online.

Tutti i vantaggi dei codici sconto

I codici sconto si dimostrano degli strumenti decisamente utili non solo per gli utenti ma anche per i siti di commercio elettronico. Alcune recenti ricerche hanno messo in evidenza che l’impiego di promozioni esclusive e buoni sconto è in grado di far crescere le vendite di 6 volte. Insomma, chiunque abbia un sito di commercio elettronico non può non tenere conto di questo particolare. I coupon oggi possono essere trovati con facilità grazie agli aggregatori di promozioni disponibili sul web, che mettono a disposizione codici costantemente aggiornati. Si tratta di siti del tutto affidabili e controllati, dal momento che vengono monitorati tanto dai portali di scontistica quanto dai network di affiliazione.

Per informazioni:

Il sito ScontieBuoni è un punto di riferimento per tutti coloro che sono alla ricerca di coupon. Qui, infatti, si possono trovare codici sconto per una grande varietà di marchi, perfetti per risparmiare quando si fa shopping online. Sono coperte praticamente tutte le categorie merceologiche, dai capi di abbigliamento ai farmaci da banco, dagli articoli di elettronica agli integratori, dai gioielli ai computer. Gli sconti possono prevedere una riduzione del prezzo in valore fisso (per esempio, 10 euro) o in percentuale, mentre le modalità di fruizione sono diverse: in alcuni casi lo sconto si applica unicamente nel caso in cui venga raggiunto un importo minimo di spesa.

Contatti:

Tel.: 039 9467111

Website: www.scontiebuoni.it

Responsabilità editoriale: Img Solutions srl