Boom di presenze a Roma per la settima edizione di Excellence

Red/Apa

Roma, 13 nov. (askanews) - Boom di presenze a Roma per la settima edizione di Excellence 2019, la manifestazione organizzata dai fratelli editori Pietro e Claudio Ciccotti e dedicata all'universo enogastronomico. Oltre 11.600 sono stati, tra semplici appassionati e addetti ai lavori, i visitatori accorsi tra il 9 l'11 novembre presso il Roma Convention Center La Nuvola. In campo più di 100 produttori (di vino, olio, formaggi, salumi, conserve e quant'altro), alfieri del made in Italy e provenienti da Nord a Sud della Penisola. Protagonisti assoluti anche gli oltre 100 chef, che per tre giorni hanno acceso i fornelli dando vita a decine di interessanti e golosi cooking show. Spettacoli di cucina andati in scena sempre col 'tutto esaurito', così come i tanti altri incontri tematici, tra talk show, presentazioni e convegni, per un totale di circa 110 appuntamenti.

"Siamo davvero soddisfatti di questa settima edizione - afferma Pietro Ciccotti. La risposta del pubblico al cambio di location, da nord a sud della città, è stata eccezionale. Il Roma Convention Center La Nuvola si è dimostrato il luogo ideale a ospitare l'evento e le diverse iniziative in calendario: una scelta dunque, quanto mai idonea. Mi piace infine sottolineare come, grazie ai tanti contenuti culturali inseriti in programma, Excellence 2019 abbia assunto una maggiore connotazione convegnistica, pur senza perdere mai la sua naturale dimensione di spettacolo. Un ringraziamento particolare va ad Arsial e PwC che hanno creduto in questo progetto sostenendolo senza alcuna esitazione".

Lunedì 11 novembre si è svolta la finale di Race to the Stars, seconda edizione del contest in memoria dello chef Alessandro Narducci e dedicato ai cuochi under 30 nati o residenti nel Lazio, organizzato in collaborazione con la Regione Lazio e Arsial. Ad aggiudicarsi il titolo è stata Yara Journo Barda, classe 1995. Durante la manifestazione è stata presentata la guida Roma de La Pecora Nera che suggerisce, in un unico volume, le tavole della regione in cui mangiare, le pause golose durante la giornata e le botteghe in cui fare una spesa di qualità nella Capitale. Il punteggio più alto tra i ristoranti è stato dato a Il Pagliaccio di Anthony Genovese (Roma).

Premiati anche i pizzaioli, grazie ai Pizza Award 2019 di Mangia e Bevi, sorta di Oscar della pizza in Italia. Tanti premi speciali e una classifica delle migliori 100 insegne dello Stivale, al cui vertice si è posizionata Pepe in Grani di Franco Pepe di Caiazzo.