Bordoni (Fi): spostare focus su Roma Metropolitane in Parlamento

Sis

Roma, 2 ott. (askanews) - "La giunta capitolina guidata dalla Raggi ha deciso di non voler ricapitalizzare Roma Metropolitane che dal 2005 si occupa di svolgere il ruolo di stazione appaltante per la realizzazione delle opere trasportistiche in città - a iniziare dalla linea C della metropolitana - i modi, i tempi e la gestione della vicenda sono stati un vero scempio. Sono intervenuto oggi in Assemblea dei lavoratori portando il mio sostegno e la solidarietà a chi è stato emotivamente e fisicamente colpito a seguito dei tumulti di ieri che hanno interrotto la pacifica protesta di chi difendeva i propri diritti". Lo fa sapere Davide Bordoni coordinatore romano di Forza Italia e capogruppo in Assemblea Capitolina. "Faremo il possibile per salvare l'azienda - continua Bordoni -: le Metropolitane sono strategiche per lo sviluppo della Città. Roma Metropolitane è stata abbandonata dalla Raggi si è preferito tirare avanti invece di capire se c'erano i margini per salvare l'azienda. Roma Metropolitane oltre ad essere una partecipata al 100% del Comune di Roma è una stazione appaltante certificata dal CIPE che attrae e spende fondi che non sono solo di origine comunale ma anche statale e regionale, per questo ho sentito anche gli esponenti di Forza Italia in parlamento per prendere in esame la questione. Oltre a far pressione in Consiglio Comunale cercherò di spostare il tema in Parlamento". "Sono anni che i lavoratori chiedono un incontro con l'Amministrazione Comunale - aggiunge Bordoni - ma sono stati ignorati dalla politica che ha negato un qualsiasi confronto istituzionale prima della decisione della messa in liquidazione. I lavoratori non possono essere trattati in questo modo. Il Comune deve assumersi le sue responsabilità, la scelta della messa in liquidazione è una scelta politica che non condividiamo, bisogna ricapitalizzare e dare una continuità operativa all'azione di Roma Metropolitane", conclude.