Borgonzoni: "Con Pnrr investiamo su digitalizzazione e giovani musicisti"

·1 minuto per la lettura

“Documenti come quelli presentati oggi sono indispensabili per noi che dobbiamo formulare leggi ed interventi. Quello della musica è un settore che è stato fortemente colpito dal Covid. Noi, all’interno del Pnrr, stiamo portando avanti una serie di provvedimenti e tra quindici giorni dovrebbe uscire il primo bando per promuovere la digitalizzazione dei brani storici della musica italiana”. Così la Sottosegretaria per la Cultura, Lucia Borgonzoni, a margine della presentazione dello studio ‘La musica che conta’ tenutosi presso il Senato. Lo studio è realizzato da Afi (Associazione Fonografici Italiani) in collaborazione con Deloitte, il centro studi Assolombarda, le società Utopia e Gfk.

“Documenti come questo servono a evidenziare quanto sia fondamentali investire nel settore, non solo dal punto di vista finanziario, ma anche dando spazio ai giovani. La narrazione che adesso c’è, di ragazzi italiani che suonavano in via del Corso e che ora sono delle star a livello mondiale, è un sogno che si può realizzare e per questo dobbiamo creare queste possibilità”, ha concluso il sottosegretario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli