Boris Johnson, chi è il nuovo leader del Partito Conservatore inglese

boris jhonson

Ex giornalista ed ex sindaco di Londra, Boris Johnson è stato proclamato leader del partito Conservatore e primo ministro. Alexander Boris de Pfeffel Johnson è il successore di Theresa May alla guida dei Tory, dopo il passo indietro dell’ormai ex premier britannica ufficializzato lo scorso 7 giugno. Battuto Jeremy Hunt, attuale ministro degli Esteri e ultimo sfidante rimasto in corso dopo diverse settimane di competizioni interne al partito. L’esito finale non fa altro che confermare quanto emerso dai sondaggi che davano Johnson per vincitore.

Boris Johnson, chi è

Nato a New York e cresciuto a Bruxelles, è cresciuto all’interno di una famiglia cosmopolita. Studia all’università di Oxford, dove conoscere David Cameron, suo futuro rivale. Viene ingaggiato dal Times come giornalista, ma verrà licenziato per essersi inventato una citazione. Viene quindi assunto dal Daily Telegaph, che lo manda a Bruxelles come corrispondente e si conquista la fama di euroscettico. Il passaggio in politica non tarda ad arrivare: diventa deputato conservatore nel 2001, e nel 2008 diventa sindaco di Londra, regalando ai Conservatori la prima importante vittoria. Nel 2012 viene eletto per un secondo mandato e nel 2015 diventa ministro senza portafoglio nel governo Cameron.

L’arrivo a Downing Street

Boris Johnson subentra a Theresa May alla guida del partito e a Downing Street, ma sulle sue spalle porta da subito grandi responsabilità. Le aspettative di chi lo ha votato sono altissime e il suo cammino è intriso di difficoltà: deve infatti riuscire a mantenere tutte le promesse fatte. La sua missione è prima di tutto portare a termine la Brexit.