Boris Johnson in India tesse al filatoio nell’ashram di Gandhi

·1 minuto per la lettura
featured 1599006
featured 1599006

Ahmedabad (India), 21 apr. (askanews) – Il primo ministro britannico Boris Johnson è arrivato in India e e ha iniziato la sua visita recandosi all’ashram Sabarmati, noto anche come Gandhi ashram, nello Stato del Gujarat, in quella che fu una delle residenze di Ghandi.

Si è tolto le scarpe, è entrato ed è stato invitato a sedersi a gambe incrociate e a provare a lavorare a un filatoio di legno. Il tipico “charkha” è uno strumento che un tempo era considerato vitale per l’industria tessile indiana e per Gandhi aveva un significato particolare, era anche simbolo di resistenza al dominio coloniale britannico dell’India.

Durante la sua visita il premier britannico ha anche lasciato un messaggio nel libro dei visitatori, scrivendo: “È un immenso privilegio venire all’Ashram di questo uomo straordinario e capire come abbia mobilitato principi così semplici di verità e non violenza per cambiare il mondo in meglio”.

Johnson è in India in missione diplomatica per convincere la sua controparte Narendra Modi a sostenere l’azione occidentale contro la Russia, oltre che a partecipare a una serie di altre partnership strategiche per il Commercio e la Difesa.

L’India finora si è rifiutata apertamente di condannare il Cremlino per la sua invasione dell’Ucraina, dipendente com’è dalle importazioni russe di energia, beni agricoli e hardware militare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli