Boris Johnson perde la maggioranza in Parlamento

Il premier britannica, Boris Johnson, ha perso la sua maggioranza a Westminster a causa del passaggio del deputato Tory Phillip Lee con i liberaldemocratici. "Il governo conservatore sta perseguendo in modo aggressivo una Brexit dannosa, mettendo in pericolo vite e minacciando ingiustamente l'integrità del Regno Unito", ha spiegato l'ex sottosegretario Tory, Phillip Lee, in una nota.

La perdita della maggioranza assoluta da parte del partito di Johnson - che aveva appunto solo un seggio in più - non comporta un'immediata caduta del governo, per la quale servirebbe una mozione di sfiducia.