Bormio, gruppo di turisti si sente male: esclusa per adesso la legionella

Oratorio Brescia febbre tosse
Oratorio Brescia febbre tosse

Si erano recati a Bormio, una località in provincia di Sondrio per trascorrere serenamente alcuni giorni di relax, esperienza che è terminata nel peggiore dei modi una volta tornati a casa. È successo ad un gruppo di persone, circa un centinaio, provenienti da un oratorio di Brescia. Questi ultimi hanno accusato una serie di sintomi tra cui febbre e tosse. Non è chiaro ancora a cosa possano essere dovuti. Stando a quanto emerge da prime verifiche non si tratterebbe di legionella.

Gruppo di un oratorio Brescia si sente male: quale sarebbe la causa

Sono diverse le ipotesi scartate. Tra queste, oltre alla legionella, vi è anche quella dell’intossicazione alimentare. Questo perché sono state le mamme ad occuparsi della spesa dei giovani.

L’ATS della Montagna – si legge dal quotidiano La Repubblica – ha spiegato: “Abbiamo disposto il test delle acque, ci vorranno dieci giorni per conoscere i risultati, ma pensiamo sia improbabile si tratti di legionella, visto che i gruppi che sono stati nella struttura in precedenza non hanno avuto problemi. Forse la causa degli improvvisi malori può essere legata a un forte sbalzo termico dopo violenti temporali nella zona”.

L’arrivo in ospedale

Nel frattempo il gruppo di persone si è rivolto al pronto soccorso degli Spedali civili di Brescia dove gli è stato somministrato un antibiotico per timore che possa trattarsi di legionella. I tamponi al Covid, infine, sono risultati negativi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli